martedì 21 novembre 2017

Da Halloween a Natale passando per il Thanksgiving...

Pubblicato da Federica 1 commenti
"Let our hearts be full of thanks and giving"



Novembre è il mese ufficiale dell'autunno,la stagione che più mi somiglia e che più amo...è il tempo per essere grati,per i nostri bambini,le nostre case,il cibo sulla tavola. E' il tempo ideale per sfornare torte di mele e crostate di marmellata,riempire i barattoli di marshmallows da tuffare nella cioccolata calda e accendere candele profumate. Abbiamo da poco celebrato Halloween con un gruppo di bambini scalmanati e mascherati che hanno allegramente festeggiato in compagnia e mangiato più dolcetti del solito ed ora arriva Natale,le vetrine sono già piene di luci ed è il momento di togliere dalla soffitta gli addobbi per vestire a festa tutta la casa! Sfornare i biscotti al pan di zenzero e invitare gli amici,riunire la famiglia e fare piccoli doni col cuore. In mezzo ad Halloween e a Natale c'è  il Thanksgiving e chi è "americano dentro" come me lo festeggia,senza tante chiacchiere sul fatto che non è una nostra festa (machissenefrega!) perché alla fine è un modo bellissimo per infornare un tacchino e cuocerlo arrosto con una montagna di patate,preparare una torta di zucca,addobbare la tavola coi colori autunnali e soprattutto dire grazie... grazie per tutto quello che ci rende felici,ogni piccola cosa che fa grande ogni giorno. La famiglia riunita attorno al tavolo,gli abbracci dei nostri figli,il bollitore del tea che fischia,un bel voto a scuola,una candela accesa,un maglione caldo,una Momiji che si unisce alla nostra collezione,un nuovo libro di ricette,un nuovo amico,un elenco di film da guardare insieme,per la classica serata divano,un addobbo per l'albero di Natale ed una lista di cose da fare insieme ai bambini,per trascorrere con loro tempo di qualità,divertendosi nei freddi pomeriggi d'autunno,durante le vacanze di scuola,preparandoci al Natale,che con un soffio di vento gelido spazza via le foglie dai rami e ti ritrovi già alla sera della Vigilia!


MUFFIN CON LE GOCCE DI CIOCCOLATO
Ingredienti per 9 muffins:

2 uova-100 gr di zucchero-150 gr di farina 00-100 gr di burro-1 bustina di lievito-50 ml di latte-una bustina di vanillina-50 gr di gocce di cioccolato.
Sbattete le uova con lo zucchero,unite la farina ed il lievito;poi il burro che avrete fatto fondere in un pentolino,la vanillina,le gocce di cioccolato e in ultimo il latte freddo;quando l'impasto sarà ben amalgamato e soffice versatelo negli appositi stampini disposti nella teglia da muffins riempiendo i pirottini a metà livello.Infornate a 170° per circa 20 minuti. 



martedì 24 ottobre 2017

Halloween movie night

Pubblicato da Federica 0 commenti



Quelle serate d'autunno,lente e piacevoli,calme come il susseguirsi delle stagioni e il cadere delle foglie. Serate accoccolati sul divano,col plaid,le candele accese,qualche stuzzichino,dei dolcetti e un dvd... Niente di meglio che organizzare una serata in famiglia davanti ad un bel film tutti insieme e magari con un tema prestabilito,come potrebbe essere in questo periodo proprio la festa di Halloween. Gli americani la chiamano "Family movie night" la serata film in famiglia,di solito si organizza nel weekend o nei giorni di festa,si può radunare tutta la famiglia o invitare qualche amico; non devono mai mancare pop-corn caldi e una lista di film adatti a tutta la famiglia; anche se Halloween per molti è considerata una festa profana e lontana dalle nostre tradizioni,a me piace tantissimo e la festeggio ogni anno coi miei bambini,che si divertono tantissimo,per noi è un simpatico carnevale autunnale,dove travestirsi,mangiare dolcetti e addobbare angoli della casa con tutto quello che più ci piace,come delle ghirlande luminose,pipistrelli svolazzanti,ragnatele,lanterne,zucche,mostriciattoli,gattini neri,zombie che spuntano da piccole tombe,zucche intagliate... Perchè i bambini con queste cose si svagano molto,esorcizzando anche le loro piccole paure. Una volta addobbata la casa e la tavola,preparate degli stuzzichini adatti per essere consumati sul divano,senza  dover usare le posate: pizza,mini hot-dog,piccoli panini,nuggets di pollo,patatine,pop-corn,salatini misti,bibite dai colori tipici di questa festa come l'arancione,il verde,il viola,quindi succhi di frutta a base di arancia,kiwi ed uva. Naturalmente non devono mancare tanti dolcetti in tema con la serata; in questo periodo anche i nostri supermercati sono pieni di cioccolata e caramelle,lecca lecca e marshmallows dalle forme più bizzarre,divertitevi a comprarne in grande quantità,mettetele in una ciotola cosi da poterne offrire anche a qualche bambino che suonerà al vostro campanello gridando "Dolcetto o Scherzetto?". Inoltre potrete stampare al computer dei biglietti d'ingresso per il vostro cinema casalingo e creare l'atmosfera con luci soffuse e candele. Di seguito vi lascio una lista dei miei film preferiti,adatti alla serata di Halloween,ma soprattutto adatti ai bambini,cosi da poterli guardare insieme divertendosi... Con appena un pizzico di brivido!!
  • Charlie Brown e il grande cocomero
  • Wallace e Gromit e il coniglio mannaro
  • Coraline
  • The Nightmare before Christmas
  • Monster
  • Hotel Transilvania
  • Frankenweenie
  • Casper
  • Maleficent
  • Edward mani di forbice
  • La famiglia Addams
  • E.T.
  • La sposa cadavere
  • Piccoli brividi
  • Ghostbusters
  • Harry Potter
PS:Per altre golose ricette adatte alla vostra Halloween movie night leggete qui,qui,qui e qui.




KIT KAT CAKE
Ingredienti per la torta:
200 gr di burro-200 gr di zucchero-4 uova-140 gr di farina 00-60 gr di cacao-un pizzico di sale-1 bustina di lievito-450 gr di Kit Kat-200 gr di M&M's. 
Ingredienti per la glassa:
250 gr di burro-500 gr di zucchero a velo vanigliato-100 gr di cioccolato fondente al 70%.

Lavorate a crema il burro con lo zucchero semolato,unite le uova intere,poi la farina ed il cacao setacciati,un pizzico di sale e il lievito; quando l'impasto è ben amalgamato versatelo in due teglie di uguale misura imburrate ed infarinate e cuocete in forno a 170° per 35 minuti.
Intanto preparate la glassa lavorando a crema il burro,che avrete tenuto a temperatura ambiente,con lo zucchero a velo setacciato,unite poi il cioccolato che avrete fuso a bagnomaria (o al microonde) e farcite con questa glassa la torta nel mezzo e tutta intorno,ricoprendo bene i bordi e la parte superiore. Lungo i bordi poi appoggiate in senso verticale e facendo una leggera pressione le barrette di Kit Kat e stringetele poi con un nastrino per tenerle ben ferme; cospargete la parte superiore della torta con gli M&M's e poi decorate a piacere e in tema con la vostra festa di Halloween!!






giovedì 31 agosto 2017

Lady D.

Pubblicato da Federica 2 commenti


Lady Diana Spencer nacque a Sandringham il 1 luglio del 1961 da un'aristocratica famiglia legata a quella reale,motivo per cui quando il primogenito della regina Elisabetta,il principe Carlo,decise di capitolare,le nonne di entrambi,combinarono un incontro durante una battuta di caccia,poco distante da dove viveva lei e dove era solito trascorrere le vacanze lui... Per la giovane Diana,fu amore a prima vista; Carlo invece il suo vero amore lo aveva già,era Camilla Shand,conosciuta a una partita di polo a Windsor,ma lei per gli standard di palazzo non era adatta a ricoprire il ruolo di futura Regina,quindi fu scelta Diana,nobile,aristocratica e vergine,come richiesto dai tempi del Medioevo alla sposa di un futuro Re; pertanto quello che per molti fu il matrimonio del secolo,per l'erede al trono inglese fu solo un "temporaneo" ripiego. Le nozze da favola furono celebrate il 29 luglio 1981 nella cattedrale di Saint Paul a Londra,con 2000 invitati,trasmesse in mondovisione e chiunque le seguì in diretta,come me allora piccolissima ma già attenta ad ogni cosa fosse inglese,ricorda quel bellissimo abito di taffetà color avorio,lo strascico lungo 7 metri tenuto fermo sui capelli biondi da una tiara di diamanti. Quei capelli il cui taglio fece subito moda,tutte negli anni 80 volevano il taglio di capelli alla Lady D. Nonostante Diana era perfetta nel suo ruolo,cosi tanto che riscosse da subito più interesse e popolarità del suo stesso marito,geloso di questo e poco avvezzo sia alla fedeltà che alla comprensione; difatti lui continuò non solo a frequentare Camilla,ma siccome Diana soffriva di bulimia e depressione,non fu minimamente in grado di aiutarla,se non contribuire a peggiorare la sua condizione; questi problemi avevano origini lontane,quando Diana da piccola fu abbandonata da sua madre che molto giovane divorziò da suo padre,col quale lei,le sorelle e suo fratello,vissero finché non andarono a studiare in collegio. L'immediato arrivo degli eredi maschi William ed Harry,i primi a nascere al di fuori del palazzo reale,ma in un ospedale pubblico,fecero di lei una madre esemplare,si occupava personalmente delle scelte che li riguardavano,dai viaggi alla scuola,dall'abbigliamento alla scelta delle tate. Diana dopo le nozze fu subito assorbita dai suoi impegni reali e dai viaggi che la portarono in giro per il mondo,in cui ricevette bagni di folla e dove la stampa ed i fotografi non cessarono mai di interessarsi ad ogni suo gesto o abito. In italia lei ed il Principe del Galles incontrarono l'allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini e Papa Giovanni Paolo II,mentre nel loro primo viaggio oltreoceano furono ospiti alla Casa Bianca,del 40esimo Presidente degli Stati uniti d'America Ronald Reagan,dove memorabile fu il ballo di Lady D. con l'attore John Travolta,nel suo abito di velluto blu notte. La principessa del Galles divenne ben presto la Principessa triste,il divorzio il 28 agosto 1996,fu proprio una richiesta della stessa Regina Elisabetta,in accordo col suo consiglio privato ed il Primo Ministro,culmine di una guerra mediatica fatta di intercettazioni telefoniche ed interviste esclusive,una lotta ricca di scandali e tradimenti,alla quale la famiglia reale inglese non era più abituata,dai tempi dello scandalo amoroso tra Wallis Simpson e il Duca di Windsor. A Lady Diana fu tolto il titolo di Sua Altezza Reale,ma beneficiò di una buona uscita di 17 milioni di sterline e di tutti i privilegi consentiti alla madre del futuro Re d'Inghilterra. Dopo il divorzio dal Principe Carlo,Diana continuò a sostenere i numerosi enti di beneficenza di cui era madrina,la croce rossa,i malati di aids,gli orfani,i disabili e la propaganda contro le mine antiuomo. Cambiò look,pettinatura,modo di porsi con la stampa,rinunciò persino alla scorta ed iniziò a frequentare il patinato mondo della moda,diventando un'icona di stile indossando gli abiti sensuali e sgargianti di Gianni Versace,che divenne oltre che il suo stilista preferito e consigliere in tema di moda,anche suo grande amico;entrò in contatto con molti musicisti con cui collaborò per le cause benefiche comuni,come Luciano Pavarotti,George Michael ed Elton John,che le rese omaggio proprio nel giorno del suo funerale cantando al pianoforte la commovente canzone riadattata per la triste occasione Candle in the wind. Il mondo del jet set sfavillante e lontano anni luce dall'etichetta rigida e antiquata di Buckingham Palace,le fece incontrare Dodi Al-Fayed,che la invitò a trascorrere le vacanze nel sud della Francia,tra la sua blindatissima villa ed il suo panfilo di 60 metri,acquistato per l'occasione dal padre,il miliardario egiziano Mohamed Al-Fayed. La famiglia Al-Fayed sperava infatti che dopo aver conquistato mezza Londra,riuscissero ad accaparrarsi anche un pezzo di monarchia inglese,facendo sposare la bellissima ed aristocratica Lady Diana al playboy Dodi.
Proprio durante quell'estate e quella storia d'amore,l'ultima della sua breve vita,esattamente 20 anni fa,Diana si spense in un tragico incidente d'auto a Parigi. Milioni di persone si riversarono per le strade di Londra a renderle omaggio,portarono fiori,accesero candele,affollandosi difronte ai cancelli neri e oro della sua residenza a Kensington e tutti noi,che l'abbiamo seguita ed amata,abbiamo assistito alla diretta mondiale del suo funerale,il programma più seguito in termini di telespettatori da sempre e al mondo. C'è un film bellissimo che non mi stanco mai di rivedere e che vinse meritatissimi premi Oscar,racconta proprio di quei difficili giorni,attorno alla morte della Principessa del Galles,di come reagirono i sudditi,la famiglia reale ed ovviamente la Regina. Dopo i funerali pubblici,celebrati nell'Abbazia di Westminster,Lady Diana fu sepolta nella tenuta della famiglia Spencer ad Althorp nel Northamptonshire,con una cerimonia privata,su una piccola isola in mezzo al lago,vestita con un abito nero e stretto fra le mani un rosario,che le fu donato in vita da Madre Teresa di Calcutta,morta pochi giorni prima di lei. Il Times l'ha inserita tra le 100 persone più importanti del XX secolo,fu un icona di stile,una principessa amatissima sia dal suo popolo ma anche da chi fan della monarchia non lo è mai stato;è stata la donna più fotografata del mondo e forse,proprio a causa di questa smania e di quegli obbiettivi sempre puntati addosso,quella notte a Parigi a bordo di quell'auto,che sfrecciava troppo veloce,ha compiuto il suo ultimo viaggio. Per ricordare i 20 anni dalla sua scomparsa i suoi amati figli William ed Harry,hanno fatto erigere una statua commemorativa ai giardini di Kensington,dove lei ha sempre vissuto da che divenne Principessa del Galles; inoltre hanno acconsentito per la prima volta  a registare un documentario Diana, Our Mother: Her Life and Legacy dove sfogliando l'album delle foto di famiglia,in modo molto informale,ricordano che meravigliosa mamma fosse stata Diana per loro. Un video bellissimo e pieno di emozione,che ci fa dimenticare ogni scandalo di corte,ogni tradimento in quello che tutti credevamo fosse un matrimonio da favola ed invece non lo fu affatto,bensì ci fa riflettere su una mamma straordinaria ed affettuosa,una donna generosa e fragile,che per un giorno,anche dopo la sua scomparsa,riuscì a fare inchinare Elisabetta II d'Inghilterra al volere del suo popolo,andando persino contro il protocollo reale,perché il popolo inglese voleva dire addio alla sua Principessa come una Regina. 




ORANGE AND RASPBERRY VICTORIA SPONGE
Ingredienti per la torta:
225 gr di burro-225 gr di zucchero-4 uova-225 gr di farina autolievitante-la scorza grattuggiata di 1 arancia-marmellata di lamponi.
Ingredienti per la glassa:
250 gr di burro-250 gr di zucchero a velo-il succo spremuto di mezza arancia-la scorza grattuggiata di 1 arancia-lamponi freschi.

Lavorate il burro con lo zucchero,unite le uova amalgamandole bene,unite la farina ed infine la scorza grattuggiata dell'arancia. Dividete il composto in due teglie di uguale misura,imburrate e infarinate e cuocete in forno caldo a 170° per circa 30 minuti. Intanto preparate la glassa lavorando a crema il burro con lo zucchero a velo,unite il succo e la scorza dell'arancia e tenete da parte. Una volta sfornate e freddate le torte,farcite prima una base con la glassa e poi con la marmellata,coprite con la seconda torta e spalmate di glassa,guarnite con la scorza di arancia grattuggiata e lamponi freschi.





venerdì 7 luglio 2017

Wimbledon

Pubblicato da Federica 2 commenti



Il torneo di Wimbledon è il più antico e prestigioso evento di tennis,tra i quattro tornei che vengono giocati nell'arco di un anno: Australian Open,Open di Francia,Wimbledon,U.S.Open. Gli inglesi lo chiamano semplicemente The Championships” (I Campionati) come se non esistesse altro torneo al mondo,proprio per il suo stile e le sue tradizioni. Si tiene a Wimbledon,un sobborgo di Londra,cade solitamente tra la fine di giugno e l'inizio di luglio e dura due settimane,a seconda del tempo imprevedibile inglese,seppure per ovviare al problema della pioggia,hanno studiato per il campo principale una tettoia retraibile che copre i 1800 posti degli spalti ed il campo. I primi campionati ad essere giocati a Wimbledon,in quello che fu l'antico "Croquet Club" risalgono al 1877,con soli 22 partecipanti ed un pubblico di 200 spettatori,che per assistere alla finale pagarono uno scellino l'uno; il dopoguerra segnò molti cambiamenti,sia nella struttura che fu infatti spostata poco distante,proprio dove si trova oggi,sia sul fatto che fu data maggiore visibilità alle giocatrici donne ed infine furono inserite nuove regole di gioco. Tutte le leggende del tennis sognano di sfidarsi sui campi erbosi di Wimbledon,qui campioni mondiali come Björn Borg e John McEnroe,segnarono i loro record e sancirono la loro rivalità,facendo la storia del tennis moderno. 
Il campo principale è chiamato "Centre Court" e nelle finali del torneo ospita 18.000 spettatori,attorno ad esso si schierano gli altri campi di gioco,gli unici al mondo in erba e non in terra battuta,il manto verde deve essere mantenuto all'altezza di 8 mm. e viene curato tutto l'anno da esperti giardinieri. I colori di Wimbledon sono il verde ed il viola,il verde è il colore ricorrente che rimanda proprio ai campi erbosi,mentre il viola è rappresentato dalle 50.000 piante di petunie Calibrachoa,che adornano tutta la struttura. Esiste un severo dress-code,non solo per i giocatori a cui è severamente vietato indossare altri colori all'infuori del bianco per le loro divise,ma anche per gli spettatori,dettagli sul codice d'abbigliamento e sull'etichetta a cui attenersi,si possono trovare dietro il biglietto d'ingresso. Vietatissimi gli abiti scollati e succinti,i colori sgargianti,l'uso di videocamere o flash,fischi o disappunto urlato durante le partite. Si ad abiti eleganti o casual,cappellini e crema solare. Nel caso vi arrivasse accidentalmente una pallina da tennis,restituitela subito lanciandola ad uno dei raccattapalle. Attesissimi sugli spalti di Wimbledon anche i Reali inglesi,tra cui duchi di Kent che per tradizione consegnano i trofei ai vincitori alla fine del torneo e i duchi di Cambridge ovviamente,che sono infatti molto appassionati di tennis,ammirandolo dal Royal Box,uno spazio centrale riservato,che contiene 74 posti super esclusivi; la Regina invece si vede raramente a Wimbledon,lei al tennis preferisce le corse dei cavalli,infatti nel suo longevo regno,ha presenziato solo quattro volte al torneo. Tra le tradizioni più antiche ed apprezzate del "All England Tennis Club" c'è quella di gustare fragole fresche con panna,mentre si guardano i match. Il classico dessert è stato inventato proprio in Inghilterra da uno chef della corte di Re Enrico VIII,ma è diventato il piatto simbolo di Wimbledon,grazie anche al fatto che le fragole sono frutti di stagione,facili da consumare e non necessariamente stando seduti; nelle due settimane del torneo si consumano circa 28 mila chili di fragole accompagnati da 7 mila litri di panna,che non viene servita montata come da noi,ma leggermente più liquida e più dolce. E' stato addirittura interpellato uno scienziato alimentare,il quale ha studiato il rapporto perfetto tra le fragole e la panna,affinché il gusto sia impareggiabile,il rapporto ideale infatti tra i due ingredienti è di 70 a 30,ossia un cucchiaio e mezzo di panna per ogni fragola; meno fragole renderebbero il dolce troppo cremoso,mentre troppe fragole lo renderebbero eccessivamente acido,inoltre il dessert andrebbe consumato entro 3 minuti da quando viene servito; le fragole,di prima scelta,vengono raccolte il giorno prima nelle fattorie del Kent e arrivano a destinazione per essere preparate accuratamente e vendute in ciotoline di plastica (a Wimbledon è severamente vietato introdurre vetro) che ne contengono circa una decina ciascuna e si trovano un po’ ovunque,nei bar,nei chioschi,nei ristoranti e dai venditori ambulanti,al prezzo accessibile di due sterline e mezzo l'una,magari le potete gustare accompagnandole ad un bicchiere di Pimm's  il cocktail ufficiale di Wimbledon e dell'estate inglese,fresco e dissetante,a base di gin,limonata e frutta fresca. Come accade ovunque vi siano un'attrattiva ed un posto affollato contemporaneamente,non possono mancare i souvenir,i più gettonati sono i teli da mare,gli ombrelli (che tornano comunque utilissimi) e le palline da tennis usate dai giocatori. Un'altra curiosità è la presenza di Rufus,un falco di sei anni,addestrato per tenere lontani i piccioni dall'erba dei campi da gioco. Se siete a Wimbledon approfittate anche per fare un giro per il bellissimo villaggio,una passeggiata nel verde a "Wimbledon Common" un parco molto grande,con piste ciclabili,viali alberati,zone per andare a cavallo,un campo da golf ed un antico mulino trasformato in museo tematico,molti i negozi tipici che si vestono a festa per l'occasione più mondana dell'anno ed il "tempio di Buddhapadipa" il più antico tempio buddhista del Regno Unito,il quale ospita a sua volta un bellissimo giardino zen con laghetti ed un sentiero per favorire la meditazione. Nel caso in cui aveste perso i costosi biglietti di ingresso per Wimbledon,magari perchè non li avete prenotati on line mesi prima o non avete resistito alla fila lunga kilometri per acquistare gli ultimi disponibili,appostandovi addirittura la sera prima,allora dirigetevi con rassegnazione che diverrà presto entusiasmo,in uno dei tanti pub tipici,dove servono dell'ottimo cibo,accompagnato da birra locale e da cui potrete assistere,tramite schermi giganti,a tutti i match trasmessi per tutte le 11 ore di gioco! 






CUPCAKES LIME E FRAGOLE 

Ingredienti:
155 gr di farina00-155 gr di zucchero-155 gr di burro-3 uova-2 cucchiaini di lievito-scorza grattuggiata e succo di 1 lime.
Ingredienti per la glassa:
115 gr di burro-scorza grattuggiuata e succo di 1 lime-400 gr di zucchero a velo-fragole e lime freschi per decorare.

Lavorate e crema il burro tenuto a temperatura ambiente con lo zucchero ed unite le uova,poi la farina ed il lievito,quando tutto è ben amalgamato unite il succo spremuto e la scorza grattuggiata del lime. Mettete l'impasto nei pirottini di carta riempiendoli a metà e cuocete in forno a 160° per circa 20-25 minuti. Intanto preparate la glassa montando a crema il burro sempre tenuto a temperatura ambiente,con lo zucchero a velo,unite il succo e la scorza del lime ed una volta pronta inserite la glassa nella sac à poche,decorate i cupcakes solo quando saranno freddi e guarniteli con fragole fresche e fettine di lime. 




  


mercoledì 7 giugno 2017

La Prima Comunione di Sara

Pubblicato da Federica 4 commenti



Un cielo limpido di fine maggio e l'emozione nei nostri occhi,ci hanno accompagnato in questa bellissima giornata di primavera,un giorno importante per te,che oggi hai scritto un'altra pagina nel libro della tua vita; te che ogni giorno diventi un pò più grande ed io non posso fare altro che allentare la presa della mia mano ed iniziare a tenere socchiusa la porta di casa,quella porta che ti ha vista entrare 10 anni fa,avvolta in una copertina lilla,quella stessa porta che un giorno si chiuderà dietro le tue spalle per vederti andare via,cosi da poter trovare la tua strada ed il tuo posto nel mondo; quando la vita ti travolgerà di eventi e di emozioni che ti faranno battere forte il cuore e che spero mi racconterai,magari davanti ad una tazza di tea,mentre sfoglieremo l'album delle nostre fotografie,proprio quello che custodisco tanto gelosamente ed in quei momenti io mi ricorderò del peluche che tenevi stretto per addormentarti,sentirò ancora quel profumo tutto tuo che sapeva di talco e di biscotti,ripenserò alle tue paure e alle ginocchia sbucciate,al tuo primo viaggio e a quando hai imparato a leggere,terrò in una mano le tue prime scarpette da ballo e sarò fiera dei tuoi passi,di te,del tuo sorridere sempre alla vita,proprio come oggi. E' stata una bellissima cerimonia,tu per mano alla tua migliore amica,ma con lo sguardo fisso su me e su papà,tu e gli altri bambini,vestiti come angioletti,insieme avete fatto un lungo cammino,che ti ha portata fino a qui,in questo giorno di festa,nel quale il Signore ti è più vicino; insieme abbiamo festeggiato la gioia della tua Prima Comunione in una nuvola di rosa e in un mare di confetti ed ora che ho riappeso nell'armadio il tuo bellissimo abitino color Tiffany,quello che tu hai scelto con tanta cura e che più bello io non avrei saputo consigliarti,ora che ho sistemato tutte le foto,in mezzo alle scatoline delle tue piccole gioie e alla coroncina di fiori,ora vorrei poter fermare il tempo ad oggi e far si che tu non cresca mai!





CUPCAKES LAMPONE E COCCO
Ingredienti per la base:
220 gr di zucchero-2 cucchiaini di lievito-200 gr di farina00-40 gr di farina di cocco-220 gr di burro-4 uova-marmellata di lamponi.
Ingredienti per la glassa:
230 gr di burro-120 ml di latte di cocco-2 cucchiaini di estratto di vaniglia-500 gr di zucchero a velo vanigliato-cocco disidratato-lamponi freschi.

Lavorate a crema il burro con lo zucchero,unite le uova e sbattete tutto per bene;unite la farina setacciata,il lievito,ed il cocco;dopo aver amalgamato bene gli ingredienti riempite a metà i pirottini nella teglia ed infornate a 160° per circa 20 minuti. Intanto preparate la glassa,lavorando a crema il burro con lo zucchero a velo,il latte di cocco e la vaniglia,montate bene e poi tenete da parte. Una volta sfornati i cupcakes fateli raffreddare,praticate un foro al centro di ognuno e riempiteli di marmellata di lamponi,coprite con la glassa di burro,decorate con il cocco e i lamponi freschi.





mercoledì 5 aprile 2017

Pasqua quando arriva...arriva!

Pubblicato da Federica 1 commenti


Le giornate che si allungano,le pulizie di primavera,la cioccolata che riempie la dispensa,i rami decorati in un angolo del salotto,le primule sul davanzale...ed è subito Pasqua! Coi suoi colori,la sua allegria,i suoi coniglietti di cioccolata,le uova confettate,le pecorelle di zucchero e tutto quello che arriva pochi giorni (o molti giorni dipende da quanto si resiste) prima della domenica di Pasqua. Il suo arrivo,lo intuisci da quando iniziano a vendere le colombe al supermercato,che magari fuori fa ancora buio alle quattro del pomeriggio,ma tanto che fai non la prendi una colomba per l'ora del tea? Sembrano anche più buone mangiate prima che arriva Pasqua! L'attesa sta nei preparativi,proprio come a Natale,quando a novembre tiri fuori dalla soffitta le scatole degli addobbi,piccoli acquisti,un giretto al vivaio di zona,i biglietti di auguri da spedire,l'albero di Pasqua da decorare con piccole uova,nastri e uccellini dalle piumette colorate,una ricetta da scrivere sul blog e riproporre magari al pranzo di Pasqua;colorare le uova insieme ai bambini,ed usarle poi per abbellire il centrotavola o fare dei simpatici segnaposti per gli ospiti. Organizzare la caccia all'uovo in giardino (o in casa) con tante sorprese nascoste tra i cespugli (o dietro i soprammobili) e confezionare dei bei cestini di Pasqua,da far trovare come sorpresa finale ai bambini,al posto delle uova di cioccolata più classiche,che tanto gli zii e i nonni non mancano mai di regalare in grande quantità; cosi negli ultimi anni,grazie anche a Pinterest fonte inesauribile di ispirazione a tema,ho iniziato questa bella tradizione dell'Easter Basket,un cestino,meglio se di vimini naturale coi manici oppure di plastica colorata,cosi potrà essere riutilizzato,magari per riporre i giocattoli,riempito alla base con un pò di paglietta colorata e contenente piccoli oggetti e giochini,un libro da leggere,uno da colorare con pastelli o aquarelli,un morbido peluche a tema,come un coniglietto,un pulcino,un agnellino e naturalmente delle uova,di varie misure e di vari gusti. Io disolito lo faccio trovare come premio alla fine di una caccia all'uovo guidata,con tanti indizi per scovare piccole dolcezze nascoste in giro per casa e alla fine il cestino Pasquale per premio! Divertititevi a prepare tutto con largo anticipo,magari scovando nei mercatini della città,negli scaffali del supermercato oppure comodamente on-line,perchè poi avrete tavole da imbandire e dolci da sfornare...godetevi le meritate ed attese vacanze di primavera,tornando un pò bambini anche voi!



CUPCAKES ALLE UOVA DI PASQUA
Ingredienti per la base:
90 gr di burro-180 gr di zucchero-2 uova-180 gr di farina 00-2 cucchiaini di lievito-1 pizzico di sale-250 ml di latte-1 cucchiaino di estratto di vaniglia-115 gr di cioccolato delle uova di Pasqua (al latte o fondente come vi piace di più')-ovetti confettati e decorazioni di zucchero per guarnire.
Ingredienti per la glassa:
200 gr di cioccolato fondente(70% di cacao)-225 gr di burro-1 cucchiaio di latte-1 cucchiaino di estratto di vaniglia-250 gr di zucchero a velo vanigliato.
Procedimento:
Lavorate a crema il burro con lo zucchero,unite le uova ed il cioccolato che avrete fatto fondere a bagnomaria;unite la farina setacciata,il sale,il lievito e la vaniglia,unite il latte mescolando nel mixer un pò alla volta,finchè il tutto non è ben amalgamato e soffice.Riempite a 3/4 i pirottini di carta nella teglia da cupcakes/muffins ed infornate a 160° per circa 20/25 minuti. Intanto preparate la glassa sciogliendo il cioccolato a bagnomaria;mescolate il burro a temperatura ambiente a parte,unite il latte,la vaniglia,lo zucchero a velo,finchè non risulterà tutto cremoso e soffice,per ultimo unite il cioccolato e continuate ad amalgamarlo bene alla glassa,finchè non sarà ben incorporato,pronto per essere inserito nella sac à poche,per decorare i cupcakes;decorate con ovetti e zucchirini colorati. 




martedì 14 febbraio 2017

Eat,drink and be mine!

Pubblicato da Federica 1 commenti


Febbraio ci porta l'allegria del Carnevale,colorato di maschere e goloso di frappe,le giornate che seppur fredde sono sempre più lunghe e naturalmente il giorno di San Valentino,la giornata più romantica di tutto l'anno,che si colora di rosso,profuma di rose e porta con se scatole di cioccolatini e biglietti romantici...San Valentino si può festeggiare in tanti modi,dal più tradizionale con una cenetta romantica a due oppure organizzando una festicciola in tema,con un gruppo di amici stretti! Perchè l'amore,in tutte le sue forme,è il più meraviglioso dei doni e va senza dubbio festeggiato! Via libera a cuori e candele,un bel film romantico,cioccolatini e bollicine! Indossate qualcosa di rosso,decorate la tavola e impacchettate dei regalini per tutti,come un morbido peluche,una scatola di praline,un cestino con dei prodotti da bagno profumati e non dimenticate di scrivere un bel biglietto,si dice che dopo Natale la festa più celebrata in termini di biglietti spediti sia proprio quella di San Valentino,con circa un miliardo di biglietti acquistati all'anno!
Il 14 febbraio è sempre stata una delle mie date preferite,quelle che sul calendario cerchio con un cuore rosso e aspetto con trepidante attesa! I miei San Valentino più belli sono quelli trascorsi in casa,con la mia famiglia,quelli che restano nella memoria come un'istantanea scattata con la Polaroid o un disegno a matita appesi al frigo,tenuti da quella calamita ricordo di bel un viaggio,lo smalto rosso alle mani,i Baci Perugin,un vecchio libro di poesie,un film romantico per una serata-divano,da dividere in quattro,io,mio marito e i miei due splendidi bambini,tra una coccola ed un cupcake!




CUPCAKE CIOCCOLATO E LAMPONE
Ingredienti per i cupcakes:
200 gr di burro-200 gr di zucchero-un pizzico di sale-1 cucchiaino di estratto di vaniglia-4 uova-200 gr di farina 00-2 cucchiaini di lievito-marmellata di lamponi-lamponi freschi.
Ingredienti per la glassa:
175 gr di cioccolato fondente-225 di burro-1 cucchiaio di latte-1 cucchiaino di estratto di vaniglia-250 gr di zucchero a velo vanigliato.
Lavorate il burro con lo zucchero,unite le uova,un pizzico di sale,la vaniglia,aggiungete in ultimo la farina e lavorate tutto nel mixer finchè il composto risulta soffice e cremoso.Disponete l'impasto nei pirottini di carta riempiendoli a metà,cuocete in forno a 160° per circa 15-20 minuti.Preparate la glassa lavorando a crema il burro con lo zucchero a velo,la vaniglia ed il latte;fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e poi unitelo (facendolo stiepidire un pò) alla crema di burro,montate ancora un pò e tenetelo da parte;una volta cotti e freddati i tortini,praticare un foro al centro di ognuno,riempitelo di marmellata ai lamponi e coprite con la glassa al cioccolato,decorate con zuccherini colorati e lamponi freschi.

PS:di seguito la mia top-ten di film romantici da guardare insieme ai bambini la sera di San Valentino!



 

L'ORA DEL TEA Copyright © 2010 Design by Ipietoon Blogger Template Graphic from Enakei